Netta chiarezza

Il travertino usato in tutto il palazzo è utilizzato anche per i moduli sonori che entrano in rapporto con la materialità della casa (Cubi e Sfere), mentre i Cilindri sono in granito nero, così da sparire nelle ombre dei cespugli e piante , trasformando il materiale solido in un elemento effimero che si dissolve nella natura.

Nella parte centrale del giardino, 3 moduli sonori Pergola in fibra di carbonio e 2 Cubi di travertino contribuiscono a creare un eccezionale livello e chiarezza di suono sotto il pergolato aggettante, sostenuto da alcuni Cilindri, una Sfera 470 in travertino e dei Piccoli Drop, che tutti insieme creano in sinergia una vera e propria spazialità sonora multidimensionale e sorprendente.

In ogni progetto l’architetto paesaggista Vladimir Djurovic cerca di catturare l’essenza del luogo e lo spirito del paesaggio circostante; ogni spazio e ogni giardino sono impregnati di un senso di grazia delicato ed effimero che li rende senza tempo, coinvolgendo i cinque sensi come mezzo per raggiungere l’anima. L’effimero e l’eterno sono entrambi essenziali per la sua composizione spaziale: ombre, luce, petali, foglie, suono, acqua in movimento sono completati dalla solidità e dalla purezza delle forme.